Umberto Bonfini - Claudio Spottl

Vai ai contenuti

Menu principale:



Umberto Bonfini nasce a Pisa nel 1918, arriva a Grizzana Morandi alla fine degli anni ‘40,
per esercitare la sua professione di medico-chirurgo. Suo paziente ed amico fu Giorgio Morandi,
del quale Bonfini fu grande estimatore. Successivamente si sposta a Lagaro, dove vi resterà fino
alla sua scomparsa, il 10 agosto 1980.

Fotografa dal 1964. Inizia ricostruendo le nature morte dell’amico pittore,  passando poi dal
ritratto al racconto fotografico. Attraverso il racconto, costruito in modo creativo, associando
estetica e contenuto, si era interessato essenzialmente di sentimenti, situazioni e reazioni umane,
tracciando una nuova strada della fotografia artistica-contemporanea.
Bonfini amava la fotografia e ne era riamato, i premi, i riconoscimenti, le pubblicazioni contenenti
le sue immagini riempivano la sua casa e il suo studio medico. Le sue fotografie, tante, belle, dai
significati a volte cupi, ermetici, provocatori, erano pronte ad apparire nelle mostre di tutto il
mondo. Su un articolo, scritto in quegli anni, da Giorgio Tani (presidente f.i.a.f.) leggiamo
il primo assioma bonfiniano: “La fotografia bisogna prima pensarla e poi realizzarla”

Fu membro onorario dei foto clubs di Buenos Aires, Forlì e Modigliana. Le numerose foto
pubblicate testimoniano la  vivacità delle sue creazioni.
Ha esposto in circa 600 mostre nazionali ed estere, ottenendo oltre 100 riconoscimenti in
tutto il mondo, i più importanti sono stati conseguiti a Bucarest, Buenos Aires, Bologna, Chiasso,
Gant, Hong Kong, Napoli, Roma, Singapore, Torino ed altri paesi.

Il regista Claudio Spottl racconta :“E' stato molto difficile reperire queste fotografie,  perché
dopo la morte di Bonfini sono andate disperse. La ricerca è stata lunga ma sono tornate alla luce
grazie all’aiuto di Walter Spottl, Sante Tarabusi, Celso Barbari famoso pittore di Lagaro,  
Valerio Veduti medico del paese di Lagaro, l’assessorato alla cultura di Castiglione dei Pepoli
e i numerosi lagaresi che aprendo i loro vecchi bauli hanno contribuito alla ricostruzione di questo
prezioso patrimonio fotografico.”



Mostra a Officina15, associazione culturale
Mostra al Be Basic Studio, di Roberto Bersani
Mostra a Casa Morandi, Mambo Bologna
Intervista a 7 Gold
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu